venerdì 6 settembre 2013

“Lo sguardo della Gorgone”, libro dedicato alle “Immagini dal Museo Provinciale Campano di Capua”

- LA TESTA DELLA MEDUSA SCACCIA LA MEDUSA  -

Recentemente è stato pubblicato Lo sguardo della Gorgone. Immagini dal Museo Provinciale Campano di Capua, Claudio Grenzi Editore 2012, fotografie di Luigi Spina, Introduzione di Maria Luisa Nava, con contributi della Provincia di Caserta edella Vincenzo Modugno srl., Capua. 

Le foto sono molto ben fatte, ed il libro inizia con le foto del Gorgoneion che era l’antefissa che aveva funzione apotropaica, ovvero doveva allontanare o annullare gli influssi maligni, simbolizzati di solito esattamente da ciò che l’antefissa effigiava.
In altre parole, la Faccia della Medusa scacciava la Medusa stessa. 
Ed i suoi malefici influssi astrali... 

Dopo questo primo capitolo, vi ne sono altri, come Capua altera Roma, ma, soprattutto, quelli relativi al Medioevo, che entrano direttamente in relazione con l’argomento di questo blog. 
E sono: Da Capua antica alla Nuova, p. 111 e sgg., che presenta uno splendido Frammento di pluteo in marmo raffigurante Giona, dei secoli X-XI. Giona era fondamentale nel Medioevo come simbolo della resurrezione. E poi vi è il capitolo: la Maestà di Federico, p. 117 e sgg., ovvero dedicato a Federico II di Svevia.E dunque entra in relazione con questo blog. 
Sono particolari dei resti di quel Arco di Trionfo che Federico II fece costruire a Capua, negli anni 1234-1239. Si tratta del busto di Pier delle Vigne, ricordato nel Canto XIII, vv. 55-78, della Commedia dantesca, due antefisse dallo stesso Arco, infine la testa di Zeus Silvano sempre dallo stesso Arco di Trionfo. Questo fatto dimostra come fonti classiche fossero mescolate ad altre nell’Arco di Trionfo federiciano. Zeus ha senso perché la Giustizia era adorata da Federico e Giove è il protettore delle Leggi giuste. 

_________________
______________ 

Una serie di fonti online sulle Gorgone/Medusa


“Gorgoneion” -- “Nell’antica Grecia, il gorgoneion (greco: Γοργόνειον) era, in origine, un pendente orrorifico apotropaico che rappresentava la testa di una Gorgone. Il gorgoneion è associato sia a Zeus che ad Atena, che secondo il mito lo hanno entrambi indossato come pendente. Era anche frequentemente presente sulle egide reali, come esemplifica il Cammeo Gonzaga.” (ibid.) 

La Gorgone - o Medusa - è legata all’ Anfisbena -- Anfisbena di rosso 

“GORGONE”, Enciclopedia Italiana (1933) 

La più pericolosa stella dello Zodiaco al 29° (grado “anaretico”) del segno zodiacale del Toro: La Caput Medusæ, o “Algol”, corruzione di al-Ghûl, lo Spettro, donde i Nazgûl di Tolkien, i “Nove Spettri”: “Fixed Star Algol”

Il suo impietramento, come ricorda quest’ultimo articolo appena citato, è quello della Grande Prostituta di “Babilonia” dell’ Apocalisse di Giovanni. E’ anche un libro: John Symonds, “Medusa’s Head: or, Conversations Between Aleister Crowley and Adolf Hitler”

Hitler: “And are you an angel of darkness?” Crowley: “You’ll find out in good time all about me. For the present, I’ll say this: if I were an angel of light, you wouldn’t want to know me.”  Da: “Aleister Crowley—The “Greatest” Magician of the 20th Century?”

Marco Pasi, “Aleister Crowley e la Tentazione della Politica”

Damon Berry, “White Blood”, giugno 2006

“ALGOL”, Constellation of Words website

“Il tocco della medusa”, con Richard Burton (1978)


Foto “The Medusa Touch”


“Il Tocco della Medusa”


“Il Tocco della Medusa” 2


“Il Tocco della Medusa” 3


“Il Tocco della Medusa” 4


“Il Tocco della Medusa” 5


“Il Tocco della Medusa” 6


“Il Tocco della Medusa” 7


“Il Tocco della Medusa” 8


“Il Tocco della Medusa” 9


“Il Tocco della Medusa” 10


Il modello dell’aereo che si abbatte su di un grattacielo ne “Il Tocco della Medusa” (1978), con Richard Burton


‘The medusa touch’ (1978) - quando lui fa cadere un aereo su di un grattacielo - 
Lo vidi anni prima, per caso, una notte tardi, su di una piccola emittente privata, e poi dopo l’11 Settembre...  

Film of Telekinesis in ‘The Medusa Touch’ Richard Burton 1978 ITC Lino Ventura

“I will bring the whole edifice down on their unworthy heads” 
‘The Medusa Touch’ (cathedral collapse)  
‘The Medusa Touch’ soundtrack by Michael J. Lewis  

Giusto per porre una musica meno “inquietante”: ‘My Name is Nobody’ -- Ennio Morricone (diciamo un’Italia meno sconquassata dal mito della ricchezza facile, ed anche il “canto del cigno” del genere “spaghetti western”) 
 
 


Nessun commento:

Posta un commento